Rassegna stampa su Giovanni Rissone


da La Stampa del 26-05-1998

Iniziativa in 13 quartieri della Asl 4 per l'ospedale Giovanni Bosco. Gli esami si prenotano anche nelle farmacie

Clicca per scaricare l'articolo originale (formato pdf) Sarà più facile e più comodo, d'ora in poi, fissare esami medici e visite specialistiche all'Asl 4 di Torino. È stato attivato il servizio di prenotazione in farmacia: niente code estenuanti nei Cup (i Centri di prenotazione unica), e soprattutto orari prolungati (mattino e pomeriggio) a disposizione di chi ha bisogno di essere sottoposto a un controllo all'ospedale Giovanni Bosco o nei poliambulatori territoriali. È la prima iniziativa del genere, a Torino, e la seconda in tutto il Piemonte, dopo Biella. Presto, la prenotazione in farmacia dovrebbe entrare in funzione anche a Rivoli, ma qui siamo ancora a livello di ipotesi sulla carta. "L'obiettivo - spiega Giovanni Rissone, direttore generale dell'Asl 4 - è naturalmente quello di migliorare l'assistenza alla clientela". Da oggi, in pratica, chi ha bisogno di un esame, potrà recarsi direttamente in una delle 18 farmacie già collegate in rete con i centri di prenotazione dell'Asl (entro fine anno se ne aggiungeranno alla lista altre), e da lì, richiesta medica alla mano, scegliere giorno e ora preferiti. Si può entrare nella farmacia sotto casa, ma non ci sono limiti: "Tutte sono collegate al cervellone centrale dell'Asl". L'unico limite che resta à - naturalmente - quello dei giorni festivi, durante i quali non sarà possibile prenotare: se anche le farmacie saranno aperte per turno, il collegamento attraverso computer non è possibile. Le farmacie che offrono ai cittadini la possibilità di prenotazione diretta sono dislocate un po' in tutto il territorio dell'Asl. Servizio capillare, insomma: in corso Principe Oddone, in via Oxilia, piazza Respighi, in corso Casale, in corso Giulio Cesare, in corso Palermo, e in altre vie della zona. In totale, vengono "coperti" ben tredici quartieri: Barriera di Milano, Falchera, Regio Parco, Bertolla, Barca, Rebaudengo, Villaretto, Aurora, Rossini, Valdocco, Vanchiglia, Vanchiglietta e Madonna del Pilone. "Dopo l'esperienza delle prenotazioni telefoniche, è un passo in più verso la qualità dell'assistenza al malato", commentano all'Asl. "Una sforzo importante che hanno accolto positivamente e indistintamente sia i farmacisti privati, sia quelli comunali". Sempre sul fonte prenotazioni, novità in vista anche alle Molinette. Dal prossimo 10 giugno, sarà potenziato il servizio telefonico: l'unica linea attualmente attiva (tel. 633.59.09) verrà sostituita da tre centralini che ridurranno bruscamente i tempi d'attesa alla cornetta (tel. 633.59.11 - 633,59.13 - 633.59.14). Il servizio funzionerà delle 11 alle 16, dal lunedì al venerdì. Tra le 8 e le 11, e tra le 16 e le 17 una segreteria telefonica provvederà invece a informare gli utenti sulle modalità e sugli orari di prenotazione. "Per motivi organizzativi - precisano in ospedale - non sarà possibile prenotare telefonicamente esami complessi, o per i quali sia prevista la consegna di moduli o provette".
Marco Accossato

Torna all'elenco degli articoli