Rassegna stampa su Giovanni Rissone


da La Valsusa del 09-03-1995

Sestriere, Claviere, Cesana e Sauze di Cesana in un distretto sanitario unico

Ciao Susa, andiamo a Pinerolo

Clicca per scaricare l'articolo originale (formato pdf) Un distretto sanitario montano dell'Usl di Pinerolo di cui fanno parte quattro comuni valsusini: Sestriere, Cesana, Sauze di Cesana e Claviere e due della val Chisone, Fenestrelle e Pragelato.
Potrebbe essere questa una novità, da concretizzare a tempi brevi, nell'universo sanità. Esiste infatti un progetto che scorpora quattro comuni dell'alta valle dall'Usl 5 di Rivoli-Susa e li unisce all'Usl 10 di Pinerolo, facendo diventare ospedale di riferimento quello del capoluogo della val Chisone, mentre come unità di pronto soccorso per le urgenze quello di Briançon. C'è gran fermento tra i sindaci, bisogna fare in fretta perché dal 15 marzo i consigli comunali di Sestriere e Cesana decadranno e quindi bisogna far passare prima la delibera per l'approvazione: "Si tratta comunque solo di un indirizzo di orientamento, la decisione definitive spetta poi alla Regione", sottolinea il sindaco di Sestriere Francesco Jayme.
Ma cosa ne pensano di questo passaggio alla valle accanto i sindaci dei comuni interessati? Il giudizio di tutti è molto favorevole. "Da vent'anni sono in amministrazione e dal 1980 sindaco - afferma Antonio Pomero, di Claviere e da sempre mi sono battuto per poter gravitare sull'ospedale di Briançon: abbiamo, grossi disagi di viabilità, nei giorni festivi è impossibile per un abitante di Claviere scendere a Cesana in farmacia o peggio ancora andare fino a Susa in ospedale. Pur essendo di Pinerolo, mi sento valsusino ma bisogna riconoscere che gli ospedali di Pomaretto e Pinerolo sono ben attrezzati". Il sindaco di Cesana, Riccardo Formica, è entusiasta: "La soluzione Briançon per noi è estremamente favorevole, è l'ospedale più facilmente raggiungibile". Formica pensa però anche ai servizi da mantenere sul territorio: "Vicino al municipio abbiamo recentemente realizzato un fabbricato destinato a centro medico: una parte è occupata dall'ambulatorio e della guardia medica, un'altra sezione è invece stata affidata a privati che hanno dato vita ad alcuni servizi specialistici. Non vogliamo quindi perdere il servizio di guardia medica e ufficiale sanitario". Il sindaco di Sauze di Cesana, Enzo Manzon, si dichiara favorevole al passaggio all'Ussl di Pinerolo: "Briançon per le urgenze? Fantastico". Più cauto invece Jayme di Sestriere: "Per adesso è solo un progetto, non una decisione già presa. Da sempre la gente di Sestriere gravita sulla Val Chisone e sull'ospedale di Pomaretto che è attrezzato e vicino ed inoltre esiste un servizio di trasporto pubblico due volte al giorno". Il sindaco di Sestriere vorrebbe che sul territorio si potessero espletare tutte le pratiche a carattere medico-burocratico: "Alcuni giorni alla settimana ci dovrà essere l'ufficiale sanitario ma noi puntiamo anche ad avere medici specialistici: periodicamente, a seconda delle esigenze della gente, ci dovrebbe essere il pediatra, il cardiologo, il dermatologo...". Come giocherete la carta dei Mondiali per convogliare su Sestriere più servizi? "Ormai è deciso: Pinerolo è l'ospedale di riferimento per la kermesse sportive del '97. Turisti e giornalisti hanno diritto a ricevere le cure più adeguate". E qual è l'opinione del direttore generale dell'Ussl 5, Niccolò Coppola? "Credo nella libertà della gente, non trattengo nessuno. Il lavoro non mi manca. Capisco anche i sindaci e la gente di quei paesi dell'alta valle: geograficamente sono più vicini alla Val Chisone e forse per loro e più logico gravitare su Pinerolo, certo un buon ospedale, migliore rispetto a Susa, che verrà potenziato ma a tempi lunghi". Quindi metà alta valle ceduta in cambio di Alpignano? "La decisione per l'annessione di Alpignano all'Ussl 5 non dipende da me. Comunque io sono favorevole. Adesso la pratica è in Regione, la scelta tocca al consiglio regionale". Tempi lunghi, allora. Se ne riparlerà nella prossima legislatura magari con qualche paladino che creda nel passaggio di Alpignano all'Ussl 5.
Carmen Taglietto

Torna all'elenco degli articoli